Realtà virtuale: macchina per l’empatia e strumento di marketing

Il tema della realtà virtuale è probabilmente uno dei più interessanti degli ultimi anni, anche a causa delle innumerevoli opportunità d’utilizzo di questa tecnologia. Il 1962 è l’anno in cui Morton Heilig brevetta il Sensorama, una macchina in grado di offrire esperienze di realtà simulata, coinvolgendo quattro dei cinque sensi dell’uomo, attraverso la proiezione di appositi film. Dagli anni ’60 ad oggi sono stati molteplici i tentativi da parte di numerose aziende, soprattutto videoludiche, di far interagire le persone con questo tipo di tecnologia, riscuotendo successo nel breve termine e sfruttando l’effetto novità che però si esauriva presto, anche per la mancanza di strumenti e conoscenze atte a sfruttare al meglio la realtà virtuale.

LEGGI


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *